mercoledì 2 settembre 2009

Altri dati confermano: chi usa il p2p compra più musica

Quintarelli segnala questo post su Telcoeye che presenta uno studio di Frank N. Magid Associates (fonte qua) in base al quale gli utenti di Vuze (un client BitTorrent) spendono più soldi nei media tradizionali e nell'entertainment.

Nel grafico a fianco (riguardante gli acquisti di elettronica) notare come gli utilizzatori di Vuze siano molto più propensi a spendere per comprarsi un bell'impianto con TV e Home theater o media-centre PC.

Ma non solo, dallo studio si evince che vanno al cinema il 34% delle volte in più, comprano il 34% di DVD in più, affittano il 24% di film in più rispetto agli altri utenti internet.

Il p2p fa così male come vogliono farci credere?
Posta un commento