mercoledì 2 aprile 2008

Virgin Media contro il p2p illegale

Virgin Media, uno dei più grandi ISP inglesi, ha deciso di adottare la politica definita 'three strike policy' nei confronti di chi scarica materiale protetto da copyright.
In pratica se beccano qualcuno a scaricare gli mandano un primo avviso, la seconda volta gli sospendono temporaneamente la connessione, la terza lo disconnettono definitivamente.
Ma il bello è che le segnalazioni di chi scarica illegalemente arriveranno dal BPI, l'organismo inglese che rappresenta le major. Cioé saranno i titolari dei diritti a indagare su chi scarica e segnalarlo all'ISP per farlo disconnettere.
La situazione è simile al caso Peppermint avvenuto in Italia, dove si è deciso che la pratica di controllare gli utenti su internet è illegale.
Si stanno così creando condizioni diverse nei vari paesi. Anche in Giappone si è introdotta la stessa politica di avviso e disconnessione, in Norvegia invece gli ISP si sono opposti alla richiesta della MPAA (l'associazione dei produttori cinematografici americani) di fornire i nomi di chi ha scaricato illegalmente materiale coperto da copyright.

Via Punto Infromatico
Posta un commento