martedì 4 maggio 2010

Impressioni dal Mayday

Anche quest'anno è andata. Weekend pesante a causa degli spostamenti ma ci siamo divertiti.
Pienone alla Westfallenhallen di Dortmund, ma ambiente vivibilissimo grazie all'organizzazione teutonica e all'allargamento degli spazi (la sala Empire è stata raddoppiata).
I protagonisti di questi eventi collegati al Nature One sono spesso gli stessi, ma molto apprezzati dai tedeschi. E anche se le line-up si assomigliano anno per anno, non ti deludono mai.
Per quanto l'Arena rimanga la sala più spettacolare, quest'anno la musica migliore era nell'Empire grazie a nomi quali Sven Vath e Carl Cox, che di solito sono in main stage.
Del mio palleggio fra le varie sale, riporto alcune impressioni:
- impeccabile Sven, pezzo migliore il nuovo di Joris Voorn
- il sempre sorridente Armin veleggia con i suoi successi trance e ci lascia con 'On/Off'
- Carl è una certezza e trascinatore come pochi
- Chris Liebing non lascia scampo con i suoi ritmi incalzanti
- sulla falsariga del precedente, Felix Krocher, che chiude sulle note di 'Blackwater'
- a chiudere la serata dell'Arena Judge Jules ha suonato i brani più gettonati della sua trasmissione su BBC1
- la sala più commerciale è sicuramente la Mixery-Casino, che propone addirittura cubiste in topless per pubblicizzare lo sponsor
- infine la Factory, lontana dalle mie preferenze, ma sempre piena!
Posta un commento